Poveri. Rovesciamo i nostri criteri

Gianfranco Parodi, Marino Poggi

Secondo gli studiosi di demografia, per povertà estrema si intende una situazione in cui una persona o intere comunità di persone sono costrette a vivere (cioè a procurarsi cibo, acqua e cure sanitarie) con meno di 2 dollari al giorno. Si è calcolato che il 13% della popolazione mondiale non arriva a questa cifra.

In altre parole oltre 900 milioni di persone non raggiungono questo limite di reddito, già di per sé minimo. Se poi si considera che è stato stimato che l’1% della popolazione mondiale detiene in pratica la stessa quantità di beni che detiene il restante 99% si comprende da quali sconcertanti disuguaglianze è caratterizzato il nostro mondo…


L’articolo è disponibile sul numero 10/2018: abbonati o richiedi una copia saggio.

Condividi: