Per cambiare radicalmente si parte dal cuore
Editoriali
di Marco Granara Tornare “come prima” dopo il virus? Per carità, non pensiamoci neppure! Dobbiamo cambiare! Tutti: singoli, famiglie, comunità civili e religiose, Stati, mondo. Del tutto: radicalmente, nel pensiero e nel modo di vivere! La presa di coscienza, magari forzata, delle mille anomalie del nostro pensare e del nostro vivere, si risolvono solo così: prendendone atto con onestà e decidendo di cambiare. Cambiare alla radice, partendo dal cuore; credere …
Editoriale. Avvicendamenti tra uomini di fede (e di Guardia)!
Editoriali
di Marco Granara Da pochi giorni la notizia di un nuovo Arcivescovo per Genova. Non c’è sorpresa per il fatto in sé, l’avvicendamento era previsto dalle norme ecclesiastiche. Piuttosto c’è una sana curiosità per il nuovo pastore, che non conoscevamo. E c’è la convinzione che la continuità sull’essenziale è possibile pur nella legittima e utile diversità tra le persone. A noi deve interessare che colui che “con noi è cristiano …
Editoriale. “Fate questo”
Editoriali
di Marco Granara Lo hanno chiamato “digiuno eucaristico” quello imposto dalla pandemia che ci ha colpito e coinvolto tutti. Certo anch’io ho subìto e sofferto questo celebrare e trasmettere “via webcam”, in tre gatti – prete celebrante e due suore – avendo nel cuore la nostra Basilica solitamente pienissima, anche tre volte in un giorno solo. Pienissima di migliaia di presenze fisiche effettive e non solo ideali, provenienti da tutta …
Editoriale. Torneremo come prima?
Editoriali
di Marco Granara NO! GUAI! Guai a pensarla così già da ora che siamo in piena mischia, in piena emergenza Coronavirus. Qualcuno ha scritto: “Poche volte nella vita avremo occasione di essere eroi. Ma tutti i giorni abbiamo la possibilità di non vivere da vigliacchi”. Le nostre debolezze ci fanno prevedere la possibilità che una vigliacca abitudine ci freghi e ci riduca a figure fantozziane – polli d’allevamento e non …
Editoriale. Usciamo dalla confusione
Editoriali
di Marco Granara Che tipo di Chiesa? Se ai limiti e difetti personali aggiungiamo diversità temperamentali, culturali, ambientali, rischiamo non solo di non capirci più, ma di dilaniarci a vicenda, di scandalizzare i più deboli, di perdere un sacco di tempo in questioni senza soluzioni… L’unità voluta da Gesù tra tutti i suoi – che lui stesso sapeva essere diversi e tali li aveva scelti e voluti – “perché il …
Editoriale. Preti
Editoriali
di Marco Granara Preti di ieri, di oggi, del futuro… Li ha voluti Gesù? Come e quando? Com’erano i suoi, quelli scelti da lui? Interessava Lui che fossero molti o pochi o che fossero “del suo Spirito”? Cosa chiese di chiedere al “Padrone della messe”? Più preti o più “responsabili” (Mt.9,38)? Sognava una Comunità/Chiesa fatta di “preti” o di “tutti i credenti mossi dal suo Spirito”? Una Chiesa “clericale” o …
Giù le mani dal presepe
Editoriali
di Marco Granara Sono davvero tanti quelli che salgono alla Guardia nelle feste natalizie a “vedere il presepe”. Quest’anno, vorrò invitarli non a “vederlo” ma a “contemplarlo”. Non è la stessa cosa. Contemplare è “guardare col cuore”, è lasciar emergere e cadere nel profondo quel “Mistero” che è tutt’altro che un’ingenuità per bambini.È invece la scena più drammatica della storia, sulla stessa linea tragica della morte per crocifissione. Presepe non …
C’è un primaditutto per la Chiesa di oggi?
Editoriali
di Marco Granara Chi non si è mai trovato con molte, troppe cose da fare, tutte interessanti, utili e forse urgenti e doverose e poi – proprio per il “troppo da fare”- si è ritrovato a combinare niente, a perdere tempo e a crogiolarsi sulle priorità senza concludere, rimanendo al punto di partenza? Succede, sì.
Editoriale. Un Vangelo concreto
Editoriali
di Marco Granara Il nostro Dio non ha mai voluto essere un “dio da nuvole”. Nel “farsi Carne” in Gesù di Nazareth, il Verbo della vita si è fatto visibile, tangibile, commestibile e potabile. È la risposta della concretezza alle altrettanto concrete miserie umane. I Papi, soprattutto dopo il Concilio, hanno sposato la concretezza dell’Umanità, con le sue “gioie e speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi, dei …
Madonne “usate”. Occhio, amici!
Editoriali
di marco granara Alè! Siamo daccapo! Siamo di nuovo a cercare di utilizzare una Madre perché parteggi per i suoi figli che, invece che obbedire a suo Figlio, gli disobbediscono. Non era Lei che aveva detto: “Fate tutto quello che lui vi dirà”? Non ci aveva detto, Lui, di “accogliere il forestiero” nel quale Egli stesso si identificava? Come possiamo chiedere a una Madre così di prendere le nostre parti, …
Smontare e ricostruire – Editoriale
Editoriali
di Marco Granara “Ma non vi avevo detto che, SE CREDETE, vedrete la gloria di Dio?” (Gv 11,40). C’è tutto un paese che piange la morte di Lazzaro: piangono le sorelle, gli amici. Ora si commuove e piange anche Gesù, amico di famiglia da sempre. Anzi lui “scoppia a piangere” . Tanto che tutti dicono: “Vedi come lo amava!”. E tuttavia, lo rimproverano pure, Gesù, che “ora si commuove e …
Solo noi siamo Sacramento – Editoriale
Editoriali
E perché questo circuito divino e umano non finisse con la sua presenza storica, prima di partire, stabilì che “COME il Padre ha mandato me, COSÌ io mando voi”. Così noi e solo noi siamo il “Sacramento” di Dio per il mondo e per l’uomo di ogni epoca.
Non c’è limite al peggio? – Editoriale
Articoli
di Marco Granara Abbiamo visto in questi giorni un noto personaggio dello spettacolo leggero, un noto sedicente “convertito” da una certa madonna, accanto a un sedicente “divino” del mondo magico astrale, insieme in un ‘reality’, in mezzo a una povera ciurma che mette in mostra quanto di più squallido ci può essere in una convivenza da sbando. Che miscuglio di madonne e magie!
Ricostruire sul sodo e sul vero
Editoriali
di Marco Granara Quando si presentò sul monte della Guardia, sul finire del ‘400, Maria lo fece nel nome di suo Figlio: “Sono la Madre di Gesù, accostati a me e non avere paura”. Si presentò con un mandato: “Sai cosa voglio? Che tu mi costruisca qui una cappella”. C’era l’esigenza di un cambiamento radicale nell’aria del tempo e soprattutto nella Chiesa, disastrata in ogni sua espressione. Qualcuno qua e …